La Fiera del Levante? 80 Anni e sentirli tutti…

 

80-fiera-del-levante-bari-2016Pubblichiamo qui a seguito per i nostri utenti e non un breve memorandum delle storture che hanno luogo ormai da tempo all’interno dell’ente Fiera del Levante. Ecco come è stata vanificata l’operazione raffinata, corretta ed imprenditorialmente valida del Prof. Ugo Patroni Griffi, ex Presidente dell’Ente, ed oggi siamo giunti ad un punto ben peggiore rispetto a quanto invece è stato riparato. Una vergogna senza precedenti, gestione anarchica dei beni pubblici… Come si può permettere che un fiore all’occhiello della città di Bari venga letteralmente usato e stuprato ad uso e consumo e ridotto in questo pessimo stato di incuria? 

Ecco a voi i numerosi problemi di cui parliamo!

  • Emergenza scarichi fognanti: sabato il meteo ha dato il meglio di se e nonostante non sia proprio la prima volta che accade sia l’ente che i suoi soci fondatori se ne infischiano ormai da anni lasciando da soli utenti, locatari ed espositori (se in periodo fieristico); proprio sabato con la nostra redazione abbiamo fatto operazioni di “bus navetta” con mezzi aziendali e privati per salvare tutti coloro che erano sotto la pioggia e nel panico più totale (sottolineo che gli utenti salvati dall’acqua non erano nostri clienti o utenti!) e questo ovviamente non importa a nessuno. Noi siamo prima persone e poi aziende e quando si può, si deve intervenire prontamente… Cosa che invece l’ente ha fatto marginalmente perché con tanto di occhi non abbiamo visto l’intervento “manuale” da parte di nessuno dei soliti noti!
  • I lavori effettuati da Eataly sono davvero fantastici, ironicamente parlando, dato che ogni volta che piove anche all’interno del 1 piano del colosso torinese entra un bel po’ di acqua; invito utenti e politici o dirigenti interessati a sincerarsi anche di questo perché oltre ad essere il nostro giornale locatario fieristico in pianta stabile, siamo tutti cittadini che pagano le tasse e che non vogliono vedere un patrimonio della cittadinanza in certe condizioni).
  • Mancanza di ordine per il conferimento e ritiro della spazzatura: sono mesi che chiediamo cosa fare per risolvere questo problema di notevole entità e ci viene risposto che è necessario come per altri problemi che sia elaborato oltre che accolto un regolamento di condominio con relativi costi, ma ciò sarà possibile solo dopo che la privatizzazione e l’accordo per la newco in attesa di costituzione siano a posto. Ma ci rendiamo conto? I locatari permanenti dovranno razzolare nella sporcizia stradale cagionata da alberi, fanghiglia e da cittadini ZOZZONI che gettano rifiuti ovunque? Dovremmo peraltro secondo alcuni del centro direzionale “ringraziare che la amiu abbia gentilmente concesso dei cassonetti”…
  • Problema sorveglianza e tentati furti: nessuno ci tutela con un sistema di sorveglianza che durante l’anno, dunque in assenza di specifiche manifestazioni, vede presente solo una unità di personale addetto alla sicurezza, con conseguente facilità di movimento di ladri e malintenzionati; per poi non parlare che l’ingresso ad Eataly è privo di controllo soprattutto al mattino e nelle ore serali e dunque chiunque può accedere indisturbato al quartiere. Abbiamo visto infatti cosa è accaduto al’Azienda Chiamami Srl e all’azienda E-Commerce a cui hanno comminato i furti. Alla fine i locatari si sono addossati non solo le perdite derivanti dai furti ma anche i costi delle riparazioni derivate dalle effrazioni. Ed in tutto questo non solo l’ente non ha preso provvedimenti ma anche non ha ripagato un solo euro a nessuno! Quando l’ente pretende vuole e subito ma quando deve elargire gira le spalle! 2 pesi e due misure! Anche per il problema di sorveglianza ci è stato come sempre addotto che deve prima essere sistemata la questione del regolamento di condominio (l’ente non ha i soldi per poter fronteggiare i costi…) ma anche questa cosa è implausibile! Lasciate che accada a me un furto e poi saranno legalmente dolori per tutti! Hanno già tentato intrusione nel torrione 118 attraverso il balcone del primo piano venendo dal padiglione 115 eppure, nonostante abbiamo individuato i responsabili e fatto apposita segnalazione (pare fossero persone dell’azienda che stava in quei giorni a lavorare proprio nel pad 115) l’ente anche questa volta non ha preso provvedimenti e si è girato dall’altra parte non tutelandoci per nulla.
  • Problemi derivanti da sospensione frequente dei servizi senza preavviso: spesso, e non solo durante la campionaria, avviene che l’ente non fa comunicazioni cerca la sospensione di energia elettrica o di acqua e quando si lavora full time in un posto, avendo anche server e internet a disposizione, cagiona così l’interruzione del normale lavoro e i conseguenti ritardi nei confronti dei nostri clienti, pur le aziende pagando quelle ore di non lavoro ai dipendenti. Dobbiamo arrivare a contestare anche questo??? Inoltre più volte abbiamo chiesto come poter fare per poterci autonomamente allacciare all’Enel e nessuno ci ha saputo dare le giuste indicazioni al di là dell’Ing. Monti che ci ha spiegato che erano in previsione dei lavori di scavo per permettere a tutti la posa in opera di un contatore autonomo non dipendente dalla fiera e dalle sue tariffe assurde (col costo dell’elettricità di una settimana di fiera paghiamo oltre 4 mesi del consumo normale e poi ci dite che la tariffa è agevolata… ma ci vogliamo proprio prendere in giro???). Ma ancora in tal senso nulla si è fatto. Inoltre con questi lavori si sarebbe dovuta dare la possibilità anche alle compagnie telefoniche di ammodernare l’infrastruttura IT (essenzialmente in fibra ottica) ma anche questo non si è fatto (e non ci va di sapere per colpa di chi nonostante si siano fatti anche degli incontri con Fastweb) con il conseguente appoggio al normale e scarsissimo servizio adsl che casca ogni volta che siamo in presenza anche di sola normale pioggia. E’ solo una vergogna!
  • Problema agibilità e relativi costi: come è possibile che un ente a partecipazione pubblica (ricordiamoci chi sono i soci fondatori) non abbia le “carte a posto”??? E’ implausibile non avere al giorno d’oggi agibilità eppure in questo benedetto ente succede anche questo! Non ci sono parole su come definire quanto appena descritto! Inoltre, a causa dell’incuria in cui l’ente versa da anni, il quartiere fieristico è andato incontro a sanzioni pecuniarie proprio per difformità di impianti o di accatastamenti.
  • Problema del torrione 118 circa la sovrintendenza: ma ci si rende conto che si è locato un gioiello negli anni a gente che ha solo fatto della fiera merce di scambio, come del resto avviene anche oggi con alcuni personaggi, per dirla alla Pirandello, in cerca di autore??? Nel torrione di cui siamo locatari è stato permesso che il pavimento storico fosse letteralmente STUPRATO ed i tecnici non hanno all’epoca minimamente supervisionato alcunchè! Avete permesso che una azienda privata ricoprisse il pavimento storico con del linoleum di scarsissima qualità peraltro incollato con collante per piastrelle oltre ad aver fatto tracce per collegamenti elettrici e non proprio nel succitato pavimento. E la sovrintendenza? Cosa ne penserà mai?

Questi sono i problemi che i più ignorano o fanno finta di non conoscere ma veniamo ai giorni nostri! Ecco cosa avviene costantemente:

  • Mancate comunicazioni di sospensione dei servizi come su elencato;
  • Mancate risposte anche commerciali per partners PAGANTI  che sono dovuti venire in fiera fisicamente dopo numerose email mandate sin da aprile (non penso che l’ente navighi nell’oro!!! Eppure ci si prende il lusso di rifiutare e non rispondere a dei partners paganti e di tutto rilievo!).
  • Sospensioni delle locazioni permanenti nonostante le avvenute aggiudicazioni prima dell’amministrazione straordinaria… Implausibile!
  • Entrate in fiera illegali sia da parte di espositori “furbetti” e di amici che pur non essendo autorizzati, come da regolamento vigente dell’ente, transitano regolarmente in auto indisturbati… Che schifo. Per poi non parlare del blocco degli ingressi di utenti, espositori e locatari permanenti per accesso di extracomunitari non meglio identificati in data odierna e di cui non si è ricevuta comunicazione. Razzismo contro gli italiani dato che nessuno di essi era munito di biglietto…

Cari utenti vi bastano queste motivazioni per essere indignati?

 

The following two tabs change content below.
Scrittore, giornalista, autore di poesie ed opere letterarie, seo specialist, informatico e web designer.

Scrittore, giornalista, autore di poesie ed opere letterarie, seo specialist, informatico e web designer.

Related posts

Top