“La Pace in pericolo”: Convegno all’Università degli studi di Bari

DSC_0076-2

 

 

“La Pace in pericolo” è il titolo del convegno che si è tenuto questa mattina nel Salone degli Affreschi del Palazzo Ateneo dell’Università degli studi di Bari. Sono intervenuti il Magnifico Rettore, il Professore Antonio Felice Uricchio, il Professore Bruno Notarnicola, Direttore del Dipartimento Jonico, Il professore Ugo Patroni Griffi, Il Generale Fernando Trementini, Il dottor Giuseppe Paccione, autore del volume “Un mare di abusi”, l’Onorevole Ignazio La Russa e l’ambasciatore, ex Ministro degli affari esteri, Giuliomaria Terzi di Sant’Agata.

Il convegno si inserisce a pieno titolo all’interno del Master in “Etica della pace ed educazione ai diritti nei contesti formativi” coordinato dal Professor Michele Indelicato del Dipartimento Jonico, ultimo nato dell’Ateneo barese. Il master largamente seguito dimostra l’impegno della comunità accademica barese nella promozione della pace.

Lo spunto per la riflessione sul tema della pace, del dialogo tra popoli e culture diverse è stata fornita dal volume del dottor Giuseppe Paccione dal titolo “Un mare di abusi” che fa riferimento alla grave violazione delle norme del diritto internazionale commessa dall’India con la decisione di arrestare il 5 marzo del 2012 i due fucilieri della Marina Italiana Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

Il volume di Paccione, come ha sottolineato il professore Patroni Griffi, non ha solo un valore divulgativo in relazione alla vicenda dei due connazionali condannati dal governo indiano ma anche scientifico perché fa emergere un tema fondamentale quello del diritto del mare che coinvolge il diritto internazionale. L’India non aveva alcun diritto di giudicare i Marò: la nave sulla quale erano i due fucilieri di marina era in pieno mare aperto su cui l’India non ha sovranità o giurisdizione.

Paccione nella sua dettagliata analisi che inquadra dal punto di vista legale la vicenda mette in luce i numerosi errori commessi dai governi italiani in questi tre anni: come il risarcimento offerto dal ministro della difesa

The following two tabs change content below.

Nicola Antonio Pagliarulo

Related posts

Top