Lucy: la lampada robot

AAez34U

Diva Tommei, Mattia Di Stasi e Alessio Paoletti hanno focalizzato la loro attenzione sulla diffusione della luce in casa. E si sono resi conto che ci sono angoli dove anche in pieno giorno manca visibilità, costringendo chi vi abita a ricorrere ad accendere l’interruttore.

Ma perché sprecare energia elettrica quando la luce del sole c’è, e semplicemente non arriva nella zona interessata? I tre hanno quindi pensato di sfruttare l’intelligenza artificiale per sfruttare al massimo l’illuminazione naturale.

Lucy è una palla di vetro con all’interno uno specchio di 30 centimetri che riflette la luce e la dirige dove meglio si crede. In un linguaggio più tecnico, questo sistema si definisce eliostato. La sfera è dotata al suo interno di un piccolo motore alimentato a energia solare. Per fare funzionare la lampada, basta posizionarla in favore di sole.

Sebbene il concept e il design siano tutti italiani, precisamente tutti e tre gli inventori sono romani, la sede della startup di Lucy è in California, a San Diego. E’ qui che Di Stasi, Paoletti e Tommei hanno dato vita alla società Solenica.

L’idea è nata a Cambridge, dove Diva Tommei stava svolgendo il dottorato in Biologia Informatica. Siccome spesso a causa del clima si trovava al buio in ufficio,  e anche quando fuori spelendeva il sole non poteva godersi quelle ore di luce, ha pensato si dovesse studiare un meccanismo per sfruttare al massimo l’illuminazione solare. Durante un periodo alla Singularity University della Nasa, Diva si è resa conto che la tecnologia a base degli eliostati era perfetta per lo scopo. Dopo svariati prototipi e tentativi si è arrivati all’attuale versione di Lucy.

I tre fondatori hanno ricevuto un finanziamento di 120mila dollari stanno ora presentando la società e Lucy  al programma di accelerazione di “Qualcomm Robotics Accelerator powered by Techstars” Il quale finirà il 10 settembre e proporranno l’idea  a vari investitori della west coast e internazionali. In queste ultime quattro settimane è stata lanciata la campagna di pre-ordine sul  sito, dove si può pre-ordinare Lucy ad un prezzo speciale di 199 dollari anziché 300. Finora sono stati raccolti circa 300 ordini sparsi per il mondo.

Lucy si può inoltre connettere al telefonino, in questo modo l’utente può sapere quanto ha contribuito a far diminuire l’inquinamento e quanto ha risparmiato sulla bolletta della luce. Gli sviluppatori futuri vedranno Lucy contrallabile da remoto e integrata nei sistemi di gestione intelligente dell’energia della smart home.

The following two tabs change content below.
Scrittore, giornalista, autore di poesie ed opere letterarie, seo specialist, informatico e web designer.

Scrittore, giornalista, autore di poesie ed opere letterarie, seo specialist, informatico e web designer.

Top